ESSERE O NON ESSERE

La consapevolezza dell’essere è il dono più grande che abbiamo. Siamo stati scelti e abbiamo allo stesso tempo scelto di far sperimentare alla nostra anima un percorso all’interno di un meccanismo in grado di funzionare come noi vogliamo e desideriamo sulla base del suo immenso ed infinito potenziale .

In esso c’è tutto ciò che ci serve per evolverci e ne fanno parte le soluzioni e le creazioni che mettiamo in pratica maturandole e muovendoci nel mondo. Siamo degli esseri perfetti! Ma allora che cosa ci porta ad essere spaventati da ciò che ci circonda ,perfino da noi stessi?
Probabilmente..non ci conosciamo dentro e fuori! Ci troviamo all’interno di un sistema che si è talmente evoluto materialmente e convenzionalmente,che ci impedisce di investire tempo sull’ascolto e la conoscenza di noi .

Questo ci permetterebbe di trovare una soluzione dentro di noi e soprattutto appropriata per noi. Per ogni cosa abbiamo la soluzione istantanea,con un effetto immediato e che talvolta ci toglie anche quel minuscolo spazio di tempo utile a comprendere che cosa realmente ci stà accadendo in quel preciso momento.

Grazie a questo,sembrerebbe tutto perfetto,tutto completo, ed invece arriva il fatidico giorno in cui ci sentiamo impotenti,infelici e la sensazione è quella di non avere davvero nulla a cui aggrapparci. Forse perché perdiamo il senso del nostro vagare? O forse perché non sappiamo dove andare , cosa fare e come fare? Ecco..questi sono i quesiti che mi sono spesso fatta poiché non riuscivo a trovare la mia dimensione ed il mio sano equilibrio,sentivo sempre dentro un senso di malessere e di ribellione in riferimento a ciò che si muoveva intorno a me ,ma mai riuscivo a reagire.

Un bel giorno ho detto basta:”è ora di svegliarsi!”.
Personalmente lavorare sulla propria energia è qualcosa di nuovo e forse a molti sconosciuto, ma vi assicuro che è fortemente risolutivo e anche duraturo nel tempo. Mi permetto di dirvi che si possono trovare delle soluzioni anche quando ci convinciamo del fatto che le abbiamo provate davvero tutte.

Ma come…? Attraverso l’aiuto e la guida di un operatore specializzato si può iniziare un percorso verso la conoscenza di sé ,maturando anche la consapevolezza dell’altro da sé, così da scoprirsi e amarsi profondamente abbracciando la propria autenticità. Con la propria personalità e la padronanza di sé, collegati alle sensazioni e alle emozioni che come un campanello ci risuonano dentro, possiamo vivere il gioco della vita con un contenitore ed un contenuto ripulito e scrostato dai vecchi residui che la mente ha dimenticato ma che il corpo porta con se nella sua memoria più profonda,mostrandoceli nella vita quotidiana.

Possiamo immaginare che tutto ciò che vogliamo può essere preso su una mano e guardato,in termini energetici, da ogni angolazione,ispezionato tanto affondo quanto più noi ce lo permettiamo,e se accantoniamo quella sensazione di paura data da un istinto che non conoscendo, ci pone davanti una barriera che ci impedisce di vedere oltre il visibile,possiamo allora sentire una padronanza maggiore del nostro corpo,della nostra mente e della nostra anima tale da mettere noi al centro,liberi di creare il mondo intorno a noi e liberi dalle dipendenze che quotidianamente il sistema ci propina.

Per arrivare a tutto questo il nostro organismo necessita di alcuni fondamentali accorgimenti: il corpo di essere accudito,la mente di essere ascoltata e l’anima di essere considerata.

E allora ti chiedo..
Cosa fai per mantenere in sano equilibrio il tuo organismo ascoltando cosa si muove dentro di te e ascoltando di cosa hai veramente bisogno?

2018-01-02T14:27:54+00:00